Loading...

Cognitive computing previsioni IDC

Il cognitive computing diventa strumento di business. IDC, gruppo mondiale specializzato in ricerche di mercato e consulenza nei settori IT, TLC e dell’innovazione digitale rileva, il cognitive computing come uno dei settori su cui di più punteranno le aziende.
IDC prevede, infatti, che entro il 2018 il 75% delle aziende, nonché degli sviluppatori software implementeranno in almeno un’applicazione aziendale, alcune funzioni di cognitive computing.
Sono vari i campi di applicazione di questa tecnologia che fino a qualche tempo fa appariva futuristica. Oggi, è già integrata in diversi settori. Tendenza destinata a continuare che porterà l’intelligenza artificiale ad essere tra le direttrici della Digital Transformation a supporto dell’innovazione di circa il 40% delle aziende entro il 2019.

“IDC intende evidenziare in questo modo non solo la crescita delle tecnologie cognitive sul mercato – crescita che per altro IDC calcola mediamente pari al 55% all’anno da qui al 2020 in termini di spesa – ma anche la loro diffusione in termini di utilizzo in seno alle stesse aziende: queste funzionalità non saranno limitate ai data scientist e ai nuovi modelli analitici, ma saranno a disposizione di tutti gli utenti e di molte applicazioni aziendali, dalla customer experience alla supply chain, dalla collaboration alle risorse umane e via dicendo.
Calcolando i trend R&D dell’industria del software, IDC si aspetta che questa nuova intelligenza fornita dalle tecnologie cognitive sarà disponibile a tutte quelle aziende che abbiano pianificato di aggiornare le proprie applicazioni enterprise nel corso dei prossimi tre anni. In più, sostiene IDC, alle aziende sarà anche dato accesso a un numero sempre maggiore di piattaforme cognitive su cui sviluppare le proprie applicazioni custom.”

La possibilità di elaborare dati e informazioni precisi e interagire in modo veloce e naturale grazie alla capacità di imparare dall’esperienza, non sarà però sufficiente, da sola ad incrementare il business e far crescere le aziende. “Occorrerà- aggiunge IDC- anche rivedere ruoli e processi, IT e aziendali, per cambiare la cultura di gestione e interpretazione del dato nell’era della trasformazione digitale”.

firmare-con-uno-smartphone

Firmare con uno smartphone? Oggi è possibile.

Vuoi gestire le approvazioni digital e firmare digitalmente i documenti con un tap? Scopri come cambia la concezione, l’approccio al lavoro, il rapporto management/segreteria rispetto ai paradigmi tradizionali. Clicca sul pulsante per scaricare il white paper.

Download

Top