Loading...

Firma Digitale vantaggi e utilizzo

Libertà, tempo ridotto delle transazioni, sicurezza e garanzia sono quattro buoni motivi per utilizzare la Firma Digitale e altri se ne potrebbero elencare.

Ma che cos’è la firma digitale?
La firma digitale equivale ad una firma autografa: è una firma elettronica la cui validità è esattamente la medesima, sia in termini di autenticità che di valore legale, a quella di una firma scritta a penna su carta. La firma digitale, infatti, è basata su un sistema di chiavi crittografiche che permette al firmatario e al destinatario rispettivamente di rendere visibile e di verificare la provenienza e l’integrità di uno o più documenti. Permette quindi di scambiare in rete documenti digitali favorendo un flusso di informazioni e operazioni continuo, i cui vantaggi sono facilmente deducibili.

Chi può usare la firma digitale?
Tutte le persone fisiche dotate di volontà, apertura mentale alla trasformazione digitale in corsa: possono essere cittadini, manager e dipendenti di piccole, medie e grandi società o di pubbliche amministrazioni. Molte volte quello che frena lo sviluppo e il cambiamento verso soluzioni innovative è la non conoscenza o, ancora peggio, la reticenza ad avvinarsi al nuovo per timore di rischiare.

Cosa si può fare con la firma digitale?
L’utilizzo della firma digitale può avvenire in diversi ambiti. Può essere impiegata per la sottoscrizione di tutti quegli adempimenti rivolti alle amministrazioni. Ad esempio, per le denunce, dichiarazioni di cambi di residenza, di domicilio, richieste di contributi, di esenzioni a pagamenti a causa del reddito, ricorsi e altro.
Nel caso di privati e per quanto riguarda il settore business che interessa le relazioni e le comunicazioni tra aziende e clienti, può trovare impiego nella sottoscrizione di contratti, verbali relativi a riunioni, ordini di acquisto e di vendita.

Dallo scorso luglio la firma digitale è diventata anche un ausilio per le startup innovative che ora possono costituirsi direttamente online e senza notaio. Non solo con l’entrata in vigore dell’eIDAS la firma elettronica è diventata interoperabile all’interno di tutti gli Stati membri.

Top