Loading...

Internet of Things i conti non tornano

Il valore di mercato dell’IoT, l’Internet of Things, si aggirerebbe intorno ai 3 mila miliardi nel 2025. Strategy Analytics dice no! La società di analisi, infatti, smentisce le stime ridimensionando i numeri. Afferma: “Siamo nell’ordine dei miliardi, non certo di trilioni: mercato in fase di decollo, ancora troppi i nodi da sciogliere, prima di tutto la sicurezza.”

Lo conferma il fatto che la maggior parte dei progetti in ambito IoT sono ancora in fase sperimentale. Non solo, il suo sviluppo e le sue applicazioni non sono esponenziali. Le previsioni esagerate che davano l’incidenza dell’IoT a oltre mille miliardi, dimentichiamole! Cifre più realistiche attestano il valore degli oggetti connessi, a livello mondiale, sui 500 miliardi di dollari. I numeri vengono fuori da un report effettuato su un campione di decision maker IT, operanti in mercati verticali, europei e non. Più precisamente nove settori verticali di Usa, Regno Unito, Francia e Germania.

Stando a quanto rilevato, dai 120 miliardi investiti dalle aziende in IoT nel 2015, si passerà a 300 nel 2025. Si tratta del circa 7% della spesa IT totale. Questo significa che comunque e inevitabilmente una crescita del settore ci sarà, solo più contenuta, stando alle evidenze. E’ indubbio che l’Internet of Things offra “significativi risparmi di costi e miglioramento dell’efficienza, oltre a nuove opportunità di business”. Tuttavia, negli Stati Uniti il 70% di applicazioni in ambito IoT riguarda meno di 500 dispositivi e a livello globale il numero è ancora inferiore.

Sicurezza, utility e trasformazione primaria dei prodotti alimentari i mercati maggiormenti interessati in IoT. A questi si aggiungerà nei prossimi anni l’automitive. Il guadagno maggiore sarà rappresentato dai servizi. Questo secondo Strategy Analitycs innescherà una forte competizione tra i vari provider. Staremo a vedere cosa succederà!

Top